venerdì 7 novembre 2008

TESTUDO HORSFIELDII

La testuggine di Horsfield è originaria dell`Asia dell`ovest, dalla Russia del sud fino all`Iran, dalla Cina all`Afghanistan. Il suo habitat è fatto di territori aridi, dai deserti rocciosi alle steppe, e la diffusione varia dalle pianure agli oltre 1500 metri di altitudine. Le principali sottospecie sono quattro, distinte sulla base della distribuzione nel territorio. Le sue dimensioni non sono eccessive, tra i 15 e i 20 cm di lunghezza. I colori del carapace sono vari, dal giallo al verde oliva al marroncino, con macchie; il piastrone è chiaro a macchie, una per scuto. La caratteristica principale di questa tartaruga sono le zampe: sono soprannominate "tartarughe dalle quattro dita" perchè hanno quattro unghie per zampa. Per distinguere i maschi dalle femmine, oltre alle dimensioni che sono maggiori in queste ultime, bisogna analizzare la coda, che nel maschio è più lunga e larga alla base, e gli scuti anali, dall`angolo più ampio sempre nei maschi.
L`accoppiamento avviene generalmente dopo il letargo, con tre deposizioni di un numero variabile di uova da 2 a 9, la schiusa avviene dopo 3-4 mesi. In questi animali il rituale del corteggiamento non è violento come nelle altre specie; anzi consiste soprattutto in una specie di danza che il maschio esegue per la femmina, guardandola dritta negli occhi, estendendo il collo e scuotendo la testa in su e in giù. Abituate a climi piuttosto estremi, con temperature variabili dal molto caldo estivo al freddo invernale, queste tartarughe hanno un periodo di attività abbastanza breve, attorno ai quattro mesi, perchè vanno sia in ibernazione che in estivazione.
L`allevamento all`aperto può essere problematico per via dell`umidità, decisamente superiore alle nostre latitudini di questi animali; pertanto la posizione va studiata attentamente: soleggiata e ben areata, riparata dalle intemperie. Sono inoltre animali molto agili e bravissimi nello scavare: attenzione perciò sia alle fughe (molto frequenti) che agli interramenti in occasione del letargo, poichè potreste non ritrovarle facilmente. È un animale completamente erbivoro, a cui possono essere somministrati anche erba, fiori e frutti. È compresa nella CITES (Convenzione di Washington).

3 commenti:

Marco ha detto...

Davvero una bellissima tartaruga, non sapevo neanche che esistesse!

francesca ha detto...

ciao..come posso far vivere al meglio la mia tartaruga horsfieldi in appartamento?grazie

michelangelo ha detto...

Ciao Francesca, la prossima volta potresti pormi la tua domanda per e-mail?

grazie