lunedì 12 luglio 2010

TARTARUGA AZZANNATRICE

La tartaruga azzannatrice (chelidra serpentina) é la tartaruga d'acqua dolce più grande del Nord America. Stava sul l'orlo dell'estinzione perché veniva cacciata per la sua carne, oggi la tartaruga azzannatrice é specie protetta ma resta molto vulnerabile.
Questa tartaruga comunque non andre
bbe allevata perché considerata molto aggressiva.
Il suo carapace puo' raggiungere i 65 cm di lunghezza (record di 80) e puo' pesare fino a 100 Kg, il maschio é piu' grande della femmina.
Il colore del carapace varia dal nero al marrone scuro, e spesso é ricoperto di alghe.
Duecento milioni di anni fa, in Germania viveva la p
iu' grande tartaruga acquatica appartenente alla specie Proganochelys quenstedti, il suo carapace misurava 40 cm di lunghezza. L'aspetto di questa tartaruga preistorica é molto vicina a quella della tartaruga azzannatrice.
La lingua della
tartaruga azzannatrice é dotata di un appendice vermiforme rossastra che utilizza come esca per attirare le sue prede.

Stile di vita

La tartaruga azzannatrice vive nel centro e nel sud
degli Stati Uniti: Virginia, South Carolina, Florida, Texas orientale, Oklahoma orientale, estremo sud-orientale del Kansas e Missouri, in particolare... Occupa l'intero bacino del fiume Mississippi.

Rimane gran parte del giorno sul fondo di un fiume o un lago, con la bocca aperta in modo tale da richiamare le prede.
Inoltre grazie alle alghe filamentose che si creano sul suo guscio, si mimetizza perfettamente.

Si tratta di una tartaruga molto opportunista, mangia quasi tutto quello che attraversa il suo cammino.

Queste tartarughe sono strettamente legate alla vita acquatica, e solo le femmine tornano a terra per deporre le uova.

Riproduzione


La femmina depone 1-50 uova che si schiudono dopo 6-10 giorni. Il periodo di incubazione é molto variabile e dipende dalle condizioni atmosferiche.
La maturità sessu
ale avviene intorno a 12 anni.

Le sue uova sono purtroppo preda di molti animali acquatici, il 20% vengono mangiate. I piccolo sono ovviamente assai vulnerabili.

La sua longevità in natura é ancora sconosciuta, in allevamento puo' sorpassare i 50 anni di vita

Allevamento

Questa specie, come già detto, é sconsigliabile per l'allevamento in cattività.
Ciò è particolarmente vero che questa specie si adatta perfettamente al nostro clima. Molti acquirenti neofili (oggi conosciuti come NAC) hanno la brutta abitudine di rilasciare in natura questi animali perché con l'età diventano ingombranti. Questo tipo di comportamento porta a disastri ecologici.

Questa specie é considerata a rischio di estinzione ed é inclusa nella lista Rossa IUCN come vulnearbile.
La sua attività è ora altamente regolamentata. La detenzione di questa specie è stata vietata in alcuni stati degli Stati Uniti.

4 commenti:

Claudio ha detto...

IMPRESSIONANTE!!!
Ti ho inviato un'email, l'hai letta?

michelangelo ha detto...

Hey ciao, si si ti ho risposto :)

diablo ha detto...

Ma qui in Italia e possible trovarla?

michelangelo ha detto...

Ciao Diablo!
Sicuramente si puo' trovare presso degli allevatori privati (vedi collezionisti)ma non ti so dire dove, dipende dalla zona in cui abiti...Inoltre i collezionisti posseggono spesso animali prelevati dalla natura, dunque senza documenti CITES=fuori legge!